I luoghi del cinema horror: dal Rocky Horror a Elm Street

I luoghi del cinema horror: dal Rocky Horror a Elm Street

Il titolo anglofono di Nightmare di Wes Craven (Dal profondo della notte nella traduzione italiana) era in realtà A nightmare on Elm Street, con riferimento al nome della via in cui erano ambientati i primissimi fatti raccontati dalla saga. Freddy, peraltro, si premurava di farci sapere che esiste una Elm Street simbolicamente in ogni città: in questo articolo ci sentiamo di dargli ragione, e questo non tanto perchè potrebbe essere una cattiva idea contraddirlo – più che altro per entrare in modo originale nell’argomento del giorno, i luoghi del cinema horror. Dove sono stati girati i più celebri horror e thriller?

Se la pandemia di Covid-19 non sembra essere ancora conclusa – e speriamo non manchi troppo per la sua fine, per inciso – non è ancora possibile andarsene in giro e visitare questi luoghi; ma potrebbe essere uno dei programmi (a lungo termine) di viaggio dei cinefili più incalliti, che potrebbero curiosare nei luoghi più famosi del cinema horror di ogni ordine e grado.

In effetti ci sono molti luoghi che sono legati ai film horror che è possibile visitare – una volta che le restrizioni di viaggio sono state revocate, ovviamente. Mentre alcuni film horror sono girati negli studi e usano location immaginarie, ce ne sono più che sufficienti che hanno usato luoghi della vita reale per renderli più vividi e realistici.

La casa de L’esorcista

L’horror che ha consacrato Friedkin è stato girato a Washington DC al numero 3600 di Prospect Street, quartiere di Georgetown. Che sia una buona idea andarsi a fare un giro?

Villa Scott di Profondo Rosso

Foto di Enryonthecloud di Wikipedia in italiano, CC BY 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=89546630

Una delle location più note del film di Dario Argento è senza dubbio Villa Scott a Torino, che è una delle più famose (e non è certo l’unica: consiglio di leggere l’ottimo articolo sul sito del Davinotti, che elenca tutti i luoghi in cui è stato girato il film). La famosa “villa del bambino urlante” conserva ancora il proprio fascino, ed è meta costante di visite da parte dei fan. Lo potete trovare a Corso Giovanni Lanza, 57 a Torino.

La casa di Leatherface

Si tratta di una costruzione vittoriana risalente ai primi del 900, e che potete trovare nello stato del Texas (Round Rock, Williamson County), per essere poi trasferita presso The Antlers Hotel a Kingsland, Texas.

L’Overlook Hotel

La location del capolavoro horror di Kubrick è reale, e si trova nello stato dell’Oregon, Timberline Lodge, Mount Hood. Per quanto abbia subito alcune ristrutturazioni e modifiche negli anni (motivo per cui, ad esempio, non è stato possibile usufruirne per Doctor Sleep), il luogo è ancora esistente e, si spera, sarà nuovamente visitabile nel medio-lungo periodo.

“The Shining” sequel “Doctor Sleep” wasn’t filmed at the Timberline Lodge because of the above-mentioned remodelling – the crew recreated the hotel’s exteriors in painstaking detail in the studio.

La dimora di Frank N. Furter

Il Rocky Horror Picture Show ha saputo costruire un seguito di fan realmente inossidabile, essendo anche un musical tra i più longevi e proposti della storia. Quello che venne usato come dimora di Frank è un esempio di architettura neo-gotica, un edificio che è possibile trovare in Inghilterra, nei pressi del villaggio inglese, appartenente alla contea del Berkshire. All’epoca delle riprese era inutilizzato, oggi è diventato un hotel.

Torna in alto