Il 48 ° Huesca International Film Festival presenta il suo intero programma ONLINE

Il 48 ° Huesca International Film Festival presenta il suo intero programma ONLINE

Il 48 ° Huesca International Film Festival presenta il suo intero programma in un’edizione che, nonostante l’attuale situazione presenterà, in anteprima mondiale, esclusiva e presentazioni di progetti e più di un centinaio di cortometraggi distribuiti nelle tre gare ufficiali e varie sezioni parallele. L’asse centrale sarà il suo 80 cortometraggi provenienti da 30 paesi diversi, che possono essere visti sia online in tutto il mondo e in prima persona (con una capacità limitata e di pertinenti misure sanitarie) al Teatro Olimpia. L’evento si aprirà il 12 giugno con l’internazionale “premiere” di Marcelino, il miglior clown del mondo che il pubblico sarà in grado di godere il cinema drive-in, situato nel centro Fieristico di Huesca. Tra i nomi di spicco che parteciperanno praticamente quest’anno sono Isabel Coixet (Luis Buñuel Premio), Anna Castillo (Ciudad de Huesca Carlos Saura Premio), la Bergman Sedia (Pepe Escriche Premio ) e di Carlos Saura; allo stesso modo, il regista Gaizka Urresti esclusivamente presentare il suo prossimo documentario dedicato alla figura di José Antonio Labordeta e il direttore Pilar Palomero sarà il protagonista di uno degli incontri virtuali per parlare di uno dei film dell’anno, il film selezionato al festival di berlino Ragazze . “Si tratta di un’edizione per la quale abbiamo lavorato molto duramente, di un atto di profondo rispetto per il peso e la storia del festival, così come il mantenimento di un impegno per il suo pubblico e l’industria cinematografica (…) un solido, impegnati in un programma che riflette l’attuale momento del cortometraggio in tutti i suoi bordi”, dice il suo direttore, Rubén Moreno.

Una delle importanti novità di questa edizione è il drive-in theater, una proposta che unisce il cinema all’aperto sul grande schermo, si consiglia di allontanamento sociale. Il Huesca Fiera (16.000 mq) ospiterà diverse proiezioni, che avrà inizio il 12 giugno, con la prima mondiale di Marcelino, il miglior clown del mondo ; un film con protagonista Pepe Viyuela e raccontando la vita di Marcelino Orbés , un jacetano che divenne una star mondiale ed è stato un punto di riferimento per nomi come Charles Chaplin o Buster Keaton . In precedenza, il cortometraggio La chica de la orquesta diretto da Isabel Soria e José Manuel Herraiz sarà rilasciato in Huesca . Entrambi i titoli costituiscono la sessione intitolata Ventana Aragonesa, sponsorizzato da Aragona TV.

Sabato 13 e domenica 14, l’evento si paga un tributo speciale alla figura del recentemente defunto direttore José Luis Cuerda. L’iconica Alba, che non è poco e Ora più tardi , il suo ultimo lavoro e “sequel spirituale” del primo, può essere gustata in questo tipo di cinema in cui il veicolo diventa un perfetto sede e le attrezzature audio e sistema radio, il miglior suono di sistema.

Il secondo fine settimana, hanno una donna come protagonista. Venerdì 19 sarà la volta del lungometraggio di Invisibles de Gracia Querejeta (2006 Ciudad de Huesca Premio); con protagonista Emma Suarez, Adriana Ozores e Nathalie Poza è stata una delle sorprese di spagnolo box office nel primo weekend, il festival anteprime in Huesca dopo aver visto i suoi buoni risultati tagliare corto dalla forzata interruzione a causa della pandemia. La chiusura di questo drive-in teatro sarà nelle mani del regista Isabel Coixet, e il suo già annunciato Imparare a Guidare . Entrambi i film sono proiettati in collaborazione con la IAM nell’ambito dello Stato patto contro la violenza sulle donne.

Il Huesca International Film Festival è promosso dal Ministero della Cultura e dello Sport del Governo di Aragona, il Huesca Consiglio Provinciale, la Città di Huesca Consiglio, al Anselmo Torta di Fondazione e con la collaborazione della Obra Social “la Caixa “, TUHUESCA e Aragonese Istituto della donna. Il Festival ha anche il sostegno di Acción Cultural Española (AC / E) attraverso il suo Programma per l’Internazionalizzazione della Cultura spagnola (PICE).

A complemento dell’offerta cinematografica, il pubblico avrà anche varie sezioni parallele che possono godere on-line e gratuitamente. Alcuni di loro sono già tradizionale nelle precedenti edizioni, come la Ventana Aragonesa nella sua versione online (con la prima di due cortometraggi aggiunto il faccia-a-faccia parte della giornata di apertura), Zinentiendo o la premiere dell’ultima opera audiovisiva presso l’università di San Jorge. Tra le nuove collaborazioni, la proiezione del record del Cuarentena Film Festival (audiovisivi riflessione di uno specifico momento di socializzazione), o una selezione di alcuni dei più rilevanti Messicano cortometraggi, in collaborazione con il Pepe Escriche Premio che quest’anno riceve il Bergman presidente della Università Nazionale Autonoma del Messico.

L’ (ONLINE) LE SERATE CON ONORE E UN’ANTEPRIMA ESCLUSIVA

Su weeknight serate del festival (giugno 15, 16, 17 e 18) ci sarà uno speciale programma di appuntamenti esclusivi chiamato “L’ ( cyber ) le serate del Festival.” Pezzi originali che possono essere visti ogni giorno all’interno del concorso e attraverso il sito ufficiale del festival. Tre di loro sono colloqui-interviste con i premi-tributi di questa edizione; la Sedia Bergman, Anna Castillo, Carlos Saura o di Isabel Coixet, passerà in rassegna la loro traiettoria, i loro progetti e il virtual di consegna del premio avrà luogo. Il culmine di questa proposta venire giovedì 18 giugno con la prima mondiale del video-saggio, con l’opera del pittore spagnolo, scultore e artista Cesar Manrique come protagonista. Il lavoro Sul vulcano. Manrique: Jameos del agua / Casa Tahíche del oscense Orencio Boix saranno disponibili solo per due ore dopo la sua presentazione a 10. La premiere è stata possibile grazie alla collaborazione del CDAN in Huesca, la Fondazione Cesar Manrique e il Festival Internazionale del Cinema.

IL FILM IN ARRIVO NEL “VERMÚ (ONLINE)…”

La tradizionale “Vermouth con…” che, ogni anno, di riunire un gran numero di persone in tutto il incomparabile cornice della “La Confianza” negozio di generi alimentari per condividere una discussione con alcuni dei più importanti ospiti del concorso, adattare questo il 2020 a un formato on-line attraverso il diretto dall’account ufficiale del festival su Instagram (@ FestivalHuesca ) e si aprirà una finestra per il meglio del cinema, con un Aragonese di sapore, che avverrà nei prossimi mesi, dove il pubblico sarà in grado di partecipare direttamente con le loro domande e commenti .

Il primo appuntamento sarà lunedì 15 giugno (13h) quando il Goya-premiato regista Gaizka Urresti saranno presenti esclusivamente la realizzazione del progetto un hombre sin más co-diretto con Paula Labordeta. Un documentario di lavoro di José Antonio Labordeta, il carismatico e amato cantautore, scrittore e Aragonese politico, dal quale si conoscerà il suo più intimo e personale grazie a un vitale viaggio da la mano di sua moglie, figlie e nipoti.

Mercoledì 17 sarà la volta per il regista Aragonese Martín Gutiérrez. Regista del film nel processo Amatoriale , un lavoro che ha ricevuto il riconoscimento da Malaga Lavori In Corso al 2020 e che propone un gesto di amore e di giustizia verso la sua casa, la Valle de Hecho.

L’ultimo dei “virtuale vermut” hanno un marcato colore viola grazie alla collaborazione degli Aragonesi Istituto per le Donne (IAM) e venerdì 19, con Pilar Palomero come protagonista. Questo zaragozana è uno spagnolo amministrazione con la massima proiezione e il suo primo film Las chicas è stato selezionato all’ultima Berlinale . Il direttore parla di riprese, il suo collegamento al Huesca evento e i suoi progetti per il commerciale premiere del film in autunno.

UNA GIURIA INTERNAZIONALE DI DECIDERE IL DANZANTE PREMI

Il premio di lista della 48 ° edizione sarà rivelato il 20 giugno, l’ultimo giorno del concorso, e sarà il risultato di deliberazione dei nove membri che faranno parte della giuria della sezione ufficiale. Il concorso internazionale vedrà la Messicana regista e sceneggiatore Celso Garcia, autore del pluripremiato gioco Sottile Linea Gialla (prodotto da Guillermo del Toro) e che lo scorso anno è diventato uno dei più alti incassi registi del suo paese, il remake del matrimonio della Mia migliore amica, che, Insieme con lui, l’italiana Claudia Praolini , direttore del Concorto festival e il Galiziano Chelo Loureiro , uno dei più importanti produttori nel nostro paese, in particolare nel settore dell’animazione, vincitore di un Goya Award, oltre ad aver ricevuto la nomination in altre sei volte.

Il Ibero-Americana del concorso avrà altri tre membri: Alba Paz, direttore del Cinespaña festival di Tolosa; Itziar Miranda, attrice Aragonese e scrittore molto popolare grazie al suo ruolo in Amar es para siempre o più di recente la serie El Último,, e Nacho Rubio, interprete e regista di Teruel, che ha partecipato a svariati film come Los Futbolísimos , Bendita Calamidad e il cortometraggio El Vagabundo per il quale ha vinto l’Simon, Premio per il Miglior Attore.

Infine, il documentario giuria sarà composta da Marina Diaz, del cinema e dell’audiovisivo tecnico presso l’Instituto Cervantes; regista Brasiliano Sergio Oksman , vincitore di un Goya award, tra più di cento altri riconoscimenti internazionali; e il polacco Witold Kon , regista del Mondo Independent Short Film award.

UN’OCCHIATA A TUTTI I SETTORI DELLA SOCIETÀ

Il Huesca Festival Internazionale del Film mantiene, quest’anno più che mai necessario, il suo impegno sociale, facendo uso del suo strumento principale, la cultura. Classico date come “più vecchio al festival” mantenere il loro formato, evitando qualsiasi tipo di contatto con i centri per gli anziani e le persone con disabilità, ma offre una serie di spagnolo cortometraggi che può servire come stimolo e di intrattenimento per tutti i residenti. L’attività di “Bambini in festa” è riformulato come online e continua con la sua audiovisivi alfabetizzazione lavoro in un divertente e di partecipazione, sarà attraverso una sessione a porte chiuse per la scuola Primaria gli studenti.

Altri settori che si desidera il supporto dall’Alto Aragonese evento è il commercio, quindi, la collaborazione si è mantenuta nella vetrina concorso organizzato dall’Associazione degli Imprenditori di Huesca e il Diario del Altoaragón . Sotto lo slogan “Niente è ciò che sembra” e con la settima arte come filo conduttore, questo concorso intensifica il suo impegno e distribuire vari premi dal valore per un ammontare complessivo di 4.000 euro.

Insieme a tutto questo, una novità, la “Solidarietà in Festa”. Una raccolta di generi alimentari in collaborazione con la Peña Guara Club per il banco Alimentare, che avrà luogo nel fisico luoghi che di questa edizione è il concorso (Teatro Olimpia e drive-in teatro). Allo stesso modo, la collaborazione con CADIS viene rinnovato attraverso la Diversary Festival e la squadra stessa, si fanno maschere di protezione per tutti i lavoratori dell’Alto Aragonese film evento.

Tutti gli eventi sono gratuiti, ad eccezione degli ingressi autocine sessioni che sono già in vendita attraverso il web: www.huesca – filmfestival.com . Così come un’ora prima dell’inizio delle sessioni, ore 21, anche se il festival si consiglia l’acquisto online.

GUIDA DEL FESTIVAL QUI .

Torna in alto