Lo squartatore di New York (L. Fulci, 1982)

Lo squartatore di New York si colloca al top della visione lugubre, pur non essendo un horror nel senso “classico” del termine. La paura viene crudelmente indotta da un uomo, uno dei tanti della folla, che tenta – in modo completamente perverso – di uscire dall’omologazione esplicando gesta violente ed insensate. Il personaggio è ferocemente […]

Zombi Holocaust (M. Girolami, 1980)

In un ospedale di New York vengono trafugati alcune parti di cadaveri: molto presto si scopre che il responsabile è un inserviente che li usa per cibarsene, il quale non appena viene scoperto si suicida gettandosi dalla finestra e sussurrando prima di morire “Kito”. L’assistente del primario dell’ospedale, appassionata di antropologia, contribuisce alle indagini sfruttando […]