La città verrà distrutta all’alba (G. Romero, 1973)

In una cittadina americana il controllo dei cittadini viene affidati all’esercito, per via di un contagio improvviso. In breve. Film poco noto del grande George Romero, profondamente paranoico soprattutto nella prima metà. Non memorabile nel suo insieme e, in certa misura, sopravvalutato rispetto al resto della produzione del regista. Girato con un budget di appena […]

Crimes of the future (D. Cronenberg, 1969)

Adrian Tripod, affetto da turbe psichiche, si trova a visitare una serie di cliniche. In breve: il primo Cronenberg ultra-low budget produce un film imprevedibile e da riscoprire. Crimes of the future é un mediometraggio del 1969 che anticipa, almeno in parte, le tematiche che saranno sviluppate ampiamente dal regista nel seguito della carriera. Preso […]

Cani arrabbiati (M. Bava, 1974)

Una rapina finita male è l’inizio di un road movie da incubo: uno dei migliori cult del cinema estremo all’italiana. In breve: cinismo, claustrofobia, personaggi molto caratterizzati e finalone a sorpresa costituiscono i quattro ingredienti di “Cani arrabbiati” di Mario Bava. Per chi ama i film più disturbanti e controversi è un vero e proprio […]

La casa sperduta nel parco (R. Deodato, 1984)

Alex e Ricky si autoinvitano ad una festa snob, e dopo essere stati derisi decidono di attuare una feroce vendetta. In breve. Incursione di Deodato nella shoxploitation, solo in parte interessante e degna di nota. Un classico shoxploitation con richiami agli anni 70, che punta in parte allo shock fine a se stesso ma che […]

Così dolce, così perversa (U. Lenzi, 1969)

Un ingegnere di Parigi, sciupafemmine senza scrupoli, scopre un complicatissimo complotto ai suoi danni, ordito per ucciderlo perchè la moglie incassi la sua cospicua eredità. Almeno, così sembra, dato che c’è di mezzo un amante mal celata e la figura di un rude individuo che si rivelerà l’autentica chiave di volta della vicenda. In breve: […]

Quella casa nel bosco (D. Goddard, 2011)

Cinque amici hanno programmato un weekend in una casa immersa nel bosco (nè questa, nè  questa, nè tantomeno quest’altra): molto presto il senso di isolamento diventerà concreto. In breve. Un excursus horror vagamente “fumettistico” e spudoratamente citazionista, di natura settanta/ottantiana nell’impianto: diverte ed intrattiene al quadrato se si colgono le innumerevoli citazioni, altrimenti è “solo” […]

Crash (D. Cronenberg, 1996)

James (Ballard?) e Catherine, dopo un incidente automobilistico dalle conseguenze disastrose, sviluppano una sorta di pulsione sadomaso. In breve. Impossibile da raccontare, stroncato dalla critica quasi all’unisono, poco lineare, morboso come non mai e permeato da un senso di malattia decisamente fuori dal comune. Non esattamente il film da gustare con l’allegra brigata di amici, […]

Cube (V. Natali, 1997)

Un gruppo di persone si ritrova, senza una ragione chiara, intrappolato in un enorme labirinto tridimensionale dalla forma cubica: numerose stanze comunicanti, cosparse di trappole micidiali. Chi riuscirà a salvarsi? In breve. Ennesimo cult più discusso che visto: un gruppo di individui cerca di trovare una via d’uscita da trappole mortali, alla ricerca disperata di […]

Cosa avete fatto a Solange? (M. Dallamano, 1972)

Una ragazza di un collegio cattolico londinese viene ritrovata uccisa sulla riva di un lago; un professore (Fabio Testi) si trovava lì in barca assieme ad un’altra alunna, con cui ha intrapreso una relazione clandestina, e la ragazza sostiene di aver visto una lama infierire sul corpo di una vittima. Presto i sospetti convergono inevitabilmente […]

Cannibal Holocaust (R. Deodato, 1979)

Quattro giornalisti scompaiono in Amazzonia, ed un docente universitario di antropologia viene inviato sul posto a scoprire cosa sia successo: il resto è un film “cannibalico” di culto, nel bene e nel male. In breve. Una delle pellicole più crude e terrificanti mai viste su uno schermo, che deve buona parte della propria fama ai […]

La casa dei 1000 corpi (R. Zombie, 2003)

Quattro ragazzi si avventurano nella provincia americana alla ricerca di stranezze locali da raccontare in un libro: conoscere il bizzarro Capitano Spaulding, a quel punto, sarà solo l’inizio… In breve. La casa dei 1000 corpi è “Non aprite quella porta” + “exploitation alla Wes Craven” diviso due: anzi, diviso sadicamente in tanti piccoli pezzetti. Niente […]