Horror Express (E. Martín, 1972)

Anno 1906, Cina: un antropologo inglese riesce a reperire il fossile di un essere preistorico, e decide di portalo via. Molto presto si risveglierà durante il viaggio in treno, seminando il panico tra i passeggeri… In breve. Originale ibrido di horror e fantascienza ben diretto e ben interpretato, certo assoggettato a ritmi e mezzi dell’epoca. […]

The house of the devil (T. West, 2009)

In una notte di eclissi lunare del 1983, Samantha Hughes inizia a lavorare come babysitter per un misterioso individuo… In breve. Horror moderno in stile ottantiano, che non può fare a meno di richiamare infiniti epigoni del genere satanico in voga negli anni ’70 (L’esorcista, Chi sei?), lo stesso ciclicamente riveduto (e corretto) dal cinema […]

Hardware – Metallo letale (R. Stanley, 1990)

Disseppellito nel deserto dal misterioso Nomade, un cyborg viene portato in dono dal militare Mosè allla compagna, scultrice, Jill. L’ambientazione è in una New York post-apocalittica, devastata da una guerra nucleare e ridotta a poco più che un deserto… In breve. Low-budget post-apocalittico ben diretto e ben interpretato. Uno dei cult del cyberpunk, destinato ad […]

The hateful eight (Q. Tarantino, 2015)

Durante una pesantissima bufera di neve, due cacciatori di taglie, la prigioniera di uno dei due ed uno sceriffo sono costretti a fare tappa nell’emporio di Minnie, nel quale faranno conoscenza di quattro sconosciuti… In breve. Tarantino costruisce un nuovo western con nuove dinamiche, buone idee ed un incessante lavoro sui personaggi (e su ciò […]

Harry, ti presento Sally (R. Reiner, 1989)

Piccola divagazione, una volta tanto, per parlare di un cult degli anni 80 (anche se non si tratta di un horror, tanto per cambiare). Film di culto per generazioni di amanti del cinema, capace di trattare il delicato tema dell’amicizia tra uomo e donna in maniera equilibrata, senza eccedere in smielato romanticismo nè in cinismo […]

Hatchet (A. Green, 2006)

Un gruppo di turisti resta bloccato su un torrente infestato di alligatori: ma a quanto pare il vero problema non è quello… In breve. Slasher di tradizione ottantiana ben concepito quanto semplice ed essenziale nella trattazione. Introduce il villain  Victor Crowley, un ragazzo deforme (interpretato da Kane Hodder, uno degli stuntman che hanno vestito numerose […]

The hitcher – La lunga strada della paura (R. Harmon, 1986)

Mentre si trova alla guida di una lussuosa Cadillac Seville, il giovane Jim da’ un passaggio ad un misterioso autostoppista, dando inizio ad un terrificante incubo su strada… In breve. Probabilmente uno dei migliori thriller anni 80 in assoluto: risente solo parzialmente dell’età che possiede, e (soprattutto avvalendosi della superba interpretazione di Rutger Hauer) riesce […]

Ho camminato con uno zombie (J. Tourneur, 1943)

Un’infermiera si reca in una sperduta località delle Indie Occidentali per curare la moglie del signor Holland, affetta da un male misterioso: dopo qualche tempo escono fuori delle inquietanti storie legate ai riti voodoo del posto, che finiranno per legarsi all’intreccio principale. In breve. Un must per gli appassionati di horror: un film cult come […]

HATE (Odio) (A. Visani, 2005)

La storia inquietante di un omicidio feroce, racchiuso nell’elemento di odio provato da una persona capace di fare le cose più impronunciabili … In breve. Cortometraggio di buona fattura, seppure non completamente esente da difetti, con una primissima parte decisamente incisiva ed una seconda che cede – in modo non troppo efficace – a tentazioni […]

Halloween – La notte delle streghe (J. Carpenter, 1979)

Uno degli slasher archetipici del genere, nonchè uno dei film più famosi di John Carpenter. In breve: essenziale, semplice e diretto, giocato su chiaroscuri di violenza ed apparente calma che si scatenano nel turbolento finale. Un oggetto di culto per ogni amante dell’horror, anche se non piacerà a tutti. Nello stato dell’ Illinois, Michael Myers […]

Hostel (E. Roth, 2007)

Un gruppo di ragazzi ad Amsterdam si reca nei pressi di Bratislava assieme ad un amico conosciuto sul posto, e… In breve. Un film crudo quanto sottovalutato nel suo genere, passato un po’ nel silenzio nonostante sia realistico, truculento, ben sceneggiato ed altrettanto ben recitato. Tarantino mette soltanto il nome, Eli Roth pensa al resto. […]