Il trucido e lo sbirro (U. Lenzi, 1976)

Camilla è una ragazzina che deve essere operata, e che viene rapita da un gruppo di gangster intenzionati a chiedere un riscatto al ricco genitore. In breve. Cult immancabile nella collezione di qualsiasi appassionato di poliziesco all’italiana; un taglio inconfondibile che, col tempo, avrebbe fatto scuola. Il tema dell’alleanza tra bene e male, ovvero tra […]

…e tu vivrai nel terrore! L’aldilà (L. Fulci,1981)

Nostalgica espressione di un cinema che non esiste quasi più: puo’ piacere  o meno, fare ribrezzo o sorridere, ma rimane l’idea forse più incontaminata della poetica lacerante di Fulci. In breve: una delle opere massime del regista romano, summa perfetta di uno stile fatto di eccessi, violenza estrema e crudele ma anche di poetica profonda […]

Paura nella città dei morti viventi (L. Fulci, 1980)

Durante una seduta spiritica nella città di New York, una giovane donna (Mary Woodhouse) avverte il suicidio di un prete (Padre Thomas) a Dunwich, e poco dopo un cadavere emerge dal sottosuolo: è l’inizio di un’inquietante catena di avvenimenti, che culminerà in uno dei masterpiece più surreali e spaventosi di Lucio Fulci. In breve: un […]

Roma a mano armata (U. Lenzi, 1976)

Film firmato da Umberto Lenzi nel 1976, lanciò il regista come specialista del genere poliziesco all’italiana o poliziottesco, e propose la rivalità mitica tra Tanzi/Merli ed Il Gobbo/Milian – che dallo schermo si trasferì, a quanto pare, anche nella realtà. L’opera fu sceneggiata dal grande Dardano Sacchetti (che scrisse anche la storia di Quella villa […]

Shock (M. Bava, 1977)

Opera geniale di Mario Bava, in stretta collaborazione con il figlio Lamberto, che ne ha condizionato in vario modo lo stile e le caratteristiche, declinandole verso un horror più moderno rispetto alla filmografia precedente del regista. In effetti l’opera del maestro italiano del classico e del gotico non puo’ che ricordare quanto poi realizzerà Dario […]

Inferno – D. Argento (1980)

New York: la studentessa Rose trova il libro di un architetto-alchimista dal titolo “Le tre madri”, nel quale si narra di tre case costruite per ospitare tre streghe (Mater Suspiriorum a Friburgo che abbiano conosciuto in Suspiria, Mater Lacrimarum a Roma e Mater Tenebrarum, per l’appunto, a New York). La curiosità della ragazza la spingerà […]

Demoni (L. Bava, 1985)

Un gruppo di persone viene invitata in un cinema dall’aria inquietante per quella che sembra, a tutti gli effetti, una prima visione in esclusiva; molto presto si accorgeranno che la realtà è alquanto sconcertante… In breve. B-movie italiano impregnato di anni 80 (capigliature ed abiti inclusi), che da’ un senso alla locuzione “horror puro” anche […]

Lo squartatore di New York (L. Fulci, 1982)

Lo squartatore di New York si colloca al top della visione lugubre, pur non essendo un horror nel senso “classico” del termine. La paura viene crudelmente indotta da un uomo, uno dei tanti della folla, che tenta – in modo completamente perverso – di uscire dall’omologazione esplicando gesta violente ed insensate. Il personaggio è ferocemente […]

I guerrieri dell’anno 2072 (1982, L. Fulci)

Noto con un’infinità di titoli differenti (2072, les mercenaires du futur, Die Schlacht der Centurions, Fighting Centurions, Roma, año 2072 D.C.: los gladiadores, Rome 2033: The Fighter Centurions, Rome, 2072 A.D., The New Gladiators, Warriors of the Year 2072) e ristampato di recente dalla Troma (quella del vendicatore tossico), “I guerrieri dell’anno 2072” è il film di Lucio Fulci che segna […]

Zombi 2 (L. Fulci, 1979)

Zombi 2: un allucinante viaggio, sulla falsariga del film di George Romero, e come il buon Fulci ha saputo abituare noi amanti del trucido, nel mondo del voodoo e dei morti viventi. Preziosa in questa circostanza la collaborazione con Dardano Sacchetti, autore della sceneggiatura e – a suo stesso dire – sempre a grande agio […]