Non aprite quella porta (T. Hooper, 1974)

Un gruppo di ragazzi si imbatte casualmente nei pressi di un ex mattatoio dove abita una famiglia di schizofrenici dalle insolite abitudini omicide. In breve: dimenticate gli improponibili seguiti – e gli ancor più assurdi prequel proposti dagli anni 80 fino ad oggi.  Questo, il primo, è un grandissimo film: sporco, lugubre, realistico e terrorizzante. […]

Invaders from Mars (T. Hooper, 1986)

David scopre che un’astronave aliena è atterrata dietro la collina vicino casa sua: lentamente gli extraterrestri prenderanno possesso delle menti dei suoi cari, e poi di tutti esseri umani fino ad un finale a sorpresa. In breve: remake a tinte vagamente horror di uno dei più celebri leitmotiv del cinema di fantascienza. Poco amato dal […]

Non aprite quella porta – Parte 2 (T. Hooper, 1986)

Sono passati molti anni dagli eventi del primo film, ma la famiglia di Leatherface sembra essere ancora in circolazione: ad affrontarli saranno la DJ di una radio locale ed uno sceriffo in cerca di vendette personali. In breve. Piaccia o meno è il seguito (ufficiale) di Non aprite quella porta: in breve, poco o nulla […]

Quel motel vicino alla palude (T. Hooper, 1977)

Louisiana: una prostituta viene cacciata da un bordello perché non vuole assecondare Buck (un giovanissimo Robert Englund): trova poco dopo rifugio nello scalcinato Starlight Motel, il “motel vicino alla palude” gestito da Judd, un tizio piuttosto fuori di testa che alleva il proprio coccodrillo poco vicino.

Leitmotiv settantiani: Tobe Hooper e Wes Craven

Vi sono diverse comunanze di tematiche associabili alla realizzazione delle pellicole horror durante 20 anni che hanno fatto un po’ la storia del cinema di genere come lo conosciamo oggi: sicuramente il cinema americano è stato decisamente prolifico in tal senso, e non si contarono le produzioni cosiddette “a basso costo” con le quale giovani […]