Vai al contenuto

Triello!

Il termine “triello” è un neologismo creato dalla combinazione delle parole “tri” e “duello”, ed è stato utilizzato in contesti popolari, soprattutto nell’ambito dei giochi di ruolo e dell’immaginazione, per indicare una sfida o un confronto tra tre persone o gruppi. In un triello, tre individui o squadre si sfidano in una competizione o in una situazione di conflitto, piuttosto che il tradizionale duello tra due.

È importante notare che il termine “triello” è più comune in opere di narrativa, film o giochi piuttosto che nella realtà, dove le competizioni o i confronti coinvolgono più spesso un numero dispari di partecipanti. Tuttavia, può essere un concetto interessante per creare situazioni intriganti e complesse in storie, giochi o altre forme di intrattenimento in cui tre personaggi o gruppi si trovano a dover affrontare sfide, decisioni o situazioni inusuali.

Triello nel western

Il concetto di “triello” è stato reso famoso dal cinema western. Si riferisce a una situazione in cui tre pistoleri o personaggi principali si sfidano in una sparatoria o un conflitto a fuoco. Questi trielli spesso rappresentano momenti di tensione e climax nei film western e sono noti per le loro riprese artistiche e la suspense coinvolgente.

Uno dei trielli più celebri nella storia del cinema è quello presente nel film “Il buono, il brutto, il cattivo” (The Good, the Bad and the Ugly) del regista italiano Sergio Leone, con Clint Eastwood, Lee Van Cleef e Eli Wallach nei ruoli principali. In questa iconica scena, i tre protagonisti si sfidano in un duello epico nel deserto. Questo tipo di situazione è stata spesso replicata e omaggiata in altri film western e in opere cinematografiche di vario genere. Il triello è diventato un elemento cinematografico emblematico, noto per la tensione e l’aspettativa che crea tra gli spettatori. Anche altri film come Le iene riportano una situazione di stallo alla messicana, con almeno tre personaggi che si minacciano tra loro, che presenta qualche assonananza con l’idea di triello.

Il triello, nel senso di stallo alla messicana, è presente nei seguenti film.

Allarme rosso, regia di Tony Scott (1995)
Arma letale 4 (Lethal Weapon 4), regia di Richard Donner (1998)
Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds), regia di Quentin Tarantino (2009)
Cani arrabbiati, regia di Mario Bava (1974)
City on Fire, regia di Ringo Lam (1987)
Dio perdona… io no!, regia di Giuseppe Colizzi (1967)
Domino, regia di Tony Scott (2005)
Face/Off – Due facce di un assassino (Face/Off), regia di John Woo (1997)
Hard Boiled (Hard Boiled), regia di John Woo (1992)
Hitman – L’assassino (Hitman), regia di Xavier Gens (2007)
Il buono, il brutto, il cattivo, regia di Sergio Leone (1966)
Il buono, il matto, il cattivo (Joheun nom nabbeun nom isanghan nom), regia di Kim Ji-Woon, (2008)
L’alba dei morti dementi (Shaun of the Dead) regia di Edgar Wright (2004)
L’odio (La Haine), regia di Mathieu Kassovitz (1995)
La mummia (The Mummy), regia di Stephen Sommers (1999)
Le iene (Reservoir Dogs), regia di Quentin Tarantino (1992)
Long Arm of the Law, regia di Johnny Mak (1984)
Matrix Revolutions (The Matrix Revolutions), regia di Andy Wachowski e Larry Wachowski (2003)
Minuti contati (Nick of Time), regia di John Badham (1995)
Munich, regia di Steven Spielberg (2005)
Nemico pubblico (Enemy of the State), regia di Tony Scott (1998)
Pallottole cinesi (Shanghai Noon), regia di Tom Dey (2000)
Pirati dei Caraibi – Ai confini del mondo (Pirates of the Caribbean: At World’s End), regia di Gore Verbinski (2007)
Pirati dei Caraibi – La maledizione del forziere fantasma (Pirates of the Caribbean: Dead Man’s Chest), regia di Gore Verbinski (2006)
Postal (Postal), regia di Uwe Boll (2007)
Pulp Fiction, regia di Quentin Tarantino (1994)
Rango, regia di Gore Verbinski (2011)
Salvate il soldato Ryan (Saving Private Ryan), regia di Steven Spielberg (1998)
Take Five, regia di Guido Lombardi (2013)
The Killer, regia di John Woo (1989)
The Rock, regia di Michael Bay (1996)
Three Kings, regia di David O. Russell (1999)
Transformers 3 (Transformers: Dark of the Moon), regia di Michael Bay (2011)
Una vita al massimo (True Romance), regia di Tony Scott (1993)

Il nostro voto
Cosa ne pensi?
[Voti: 0 Media: 0]
Ti potrebbe interessare:  C'era una volta il west racconta l'epica danza del destino

Usi un adblocker?

Non abbiamo nulla in contrario, ma ti saremmo grati se lo disabilitassi. Ti avvisiamo che usiamo popup invasivi e rispettiamo la tua privacy.

Refresh Page
x
Indice