Amore e morte nel giardino degli dei (S. Scavolini, 1972)

Un ornitologo fitta un’antica villa per dedicarsi ai propri studi con tranquillità: si imbatte in un nastro registrato con varie sedute di psicoanalisi. La storia che si delinea, quindi, sembra quella dei precedenti inquilini …

In breve. Film poco noto del Sauro Scavolini co-autore, tra l’altro, di soggetto e sceneggiatura del cult Il tuo vizio è una stanza chiusa e solo io ne ho la chiave di Martino; giallo erotico all’italiana contaminato dal gotico, con trovate originali ed un tocco di imprevedibilità. Qualche pecca forse nel ritmo che, visto oggi, appare lento e poco coinvolgente, soprattutto nella prima parte. Rilevante, su tutto, l’idea del nastro del magnetofono che rivela progressivamente la storia, direttamente con le voci dei protagonisti. Soprattutto per appassionati del genere.