Guida pratica alle fantasie erotiche
2 (1)

Il nostro voto
Cosa ne pensi?
[Voti: 1 Media: 2]

Il “Sogno della moglie del pescatore” (giapponese: 蛸と海女, Hepburn: Tako to Ama, “Polpi e la pescatrice”), conosciuto anche come “La pescatrice e gli ottopus” o “La pescatrice e due polpi”, è un disegno realizzato su blocco di legno dall’artista giapponese Hokusai. È incluso in “Kinoe no Komatsu” (‘Giovani Pini’), un libro di tre volumi di shunga erotica pubblicato per la prima volta nel 1814, ed è diventato il disegno di shunga più famoso di Hokusai. Giocando con temi popolari nell’arte giapponese, raffigura una giovane pescatrice ama avvolta sessualmente con un paio di polpi.

Quest’opera è significativa per diversi motivi: prima di tutto, mostra la maestria tecnica di Hokusai nel disegno e nella stampa su legno, una tecnica che ha reso famoso l’artista nel periodo Edo. Ma “Il Sogno della moglie del pescatore” riflette la natura sessuale ed erotica della shunga, un genere artistico popolare in Giappone durante il periodo Edo, che spesso esplorava tematiche legate all’amore, al desiderio e alla sessualità in modo esplicito e talvolta afferente al mondo delle fantasie erotiche. Rimane come una delle più potenti forme di iconizzazione di un tabù difficile da raccontare, da discutere con il prossimo e da esplicitare anche solo in un saggio in forma compatta.

By Katsushika Hokusai - British Museum, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=136015881
By Katsushika Hokusai – British Museum, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=136015881

Il “Sogno della moglie del pescatore” è probabilmente l’immagine più famosa presente in “Kinoe no Komatsu”, pubblicato in tre volumi a partire dal 1814. Il libro da cui è tratta è un’opera di shunga (arte erotica) all’interno del genere ukiyo-e. L’immagine raffigura una donna, evidentemente una ama (una pescatrice di conchiglie), avvolta tra gli arti di due polpi. Il mollusco più grande dei due pratica il sesso orale su di lei, mentre il più piccolo, il suo prole, assiste accarezzando la bocca della donna e il capezzolo sinistro. Nel testo sopra l’immagine, la donna e le creature esprimono il loro piacere sessuale reciproco dall’incontro.

L’interpretazione delle fantasie erotiche negli scritti di Marcuse (Eros e civiltà, ad esempio) evidenzia il desiderio umano di liberazione, autenticità e connessione emotiva come forme di resistenza contro la società capitalistica repressiva e alienante. Secondo l’autore la società capitalistica industriale ha creato una cultura basata sulla repressione dei desideri umani autentici, sostituendoli con desideri artificiali e mercificati che servono a mantenere il controllo sociale. Interpretare le fantasie erotiche più comuni a questo punto implica considerare come queste fantasie possano rappresentare una forma di ribellione o resistenza contro la società repressiva.

Marcuse sosteneva che la società contemporanea reprimeva la sessualità umana naturale, trasformandola in un’arma di controllo sociale attraverso il controllo dei desideri e delle pulsioni sessuali. Le fantasie erotiche che esplorano la liberazione sessuale e la sperimentazione, quindi, possono essere interpretate come una forma di resistenza contro questa repressione, cercando di riaffermare la natura autentica dell’istinto sessuale umano. Marcuse ha anche discusso del concetto di “sottomissione repressiva“, in cui la società induce le persone a cercare piacere attraverso la sottomissione e l’identificazione con l’autorità e il potere. Le fantasie erotiche che coinvolgono elementi di dominazione e sottomissione potrebbero riflettere questa dinamica, in cui le persone cercano di esplorare e negoziare il potere e il controllo nelle loro relazioni sessuali come una forma di liberazione o ribellione contro le strutture di potere dominanti nella società. Marcuse criticava la società capitalista per la sua tendenza a promuovere la superficialità e l’alienazione nelle relazioni umane, trasformando le persone in consumatori passivi anziché esseri umani pienamente realizzati. Le fantasie erotiche che esplorano la connessione emotiva e l’autenticità nelle relazioni sessuali possono essere interpretate come un desiderio di resistere a questa alienazione e di riconnettersi con la propria umanità autentica.

La scienza non è mancato di esprimersi su questo argomento: uno studio recente promosso dall’università La Sapienza ha evidenziato come, partendo da un campione di 1773 italiani afferenti a qualsiasi genere, sia possibile calcolare degli indici omnicomprensive che possono guidare ulteriori ricerche e studi in questo ambito, sia clinico che psicologico. Di per sé una fantasia erotica viene tipicamente riferita a un’esperienza positiva, che è in grado di incentivare la risposta sessuale propria ed eventualmente eventualmente del partner, la soddisfazione ed il piacere dell’atto in sè. Tecnicamente noto come SDEF3, si tratta di un indice multidimensionale utilizzato per il calcolo di determinati parametri statistici, e che consta di componenti come sesso di gruppo, caratteristiche fisiche del soggetto erotizzato, romanticismo, sesso “canonico” (Vanilla Sex), sado-masochismo, anale, incestuoso, con soggetti più grandi, feticismo soft, sesso in situazioni di rischio, bondage, feticismo spinto, voyeurismo, sesso sul lavoro, abuso sessuale e molti altri ancora. Sono le forme delle fantasie più comuni tra tutti gli esseri umani, in fin dei conti, per quanto siano spesso difficili da confessare.

In sostanza, l’interpretazione delle fantasie erotiche in chiave marcuseiana evidenzia il desiderio umano di liberazione, autenticità e connessione emotiva come forme di resistenza contro una società capitalistica repressiva e alienante. O forse, più semplicemente, perchè ci piaceva così.

Immagine di copertina: Il Sogno della moglie del pescatore rielaborato e reinterpretato in chiave moderna da Midjourney

Il nostro voto
Cosa ne pensi?
[Voti: 1 Media: 2]

Lipercubo.it is licensed under Attribution-ShareAlike 4.0 International - Le immagini presenti nel sito sono presentate a solo scopo illustrativo e di ricerca, citando sempre la fonte ove / quando possibile - Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso


Il nostro network: Lipercubo.it - Pagare.online - Trovalost.it.