Vai al contenuto

Nella terra promessa del dark web

Ella, una donna delle città oscure, nel mare di dati, lo scorse, l'avatar.

Sguardi, elettricità nelle vene digitali, amore.

Lui, nascosto, dietro il velo binario, l'attese, sussurrò parole criptate, il loro legame.

Promessa, avventura, digitale, il Dark Web, terra misteriosa.

Le notti, insonni, sogni di un mondo connesso, lo seguì, senza esitazione.

Navi di dati, attraverso il vuoto, volò, sognando, amando.

Sì, il suo cuore, in un raptus cibernetico, afferrò l'etere, senza rimpianti.

Gli abitanti del Dark Web, ombre in pixel, si affollarono attorno a lei.

Ella, in cerca, nei cunicoli nascosti, in cerca dell'avatar amato.

Dialoghi sussurrati, in codice binario, il percorso da seguire.

Tasti, clic, codici, porte digitali.

All'incrocio, lo trovò.

Rivelazione, la realtà dell'avatar, oscura, complessa.

Non un eroe, non un dio digitale, ma un'anima ferita.

Lei, disorientata, parole confuse, fraintese.

Non era come aveva immaginato, ma l'amore persisteva, ostinato.

Sussurri digitali, promesse spezzate, un mondo oscuro, ancora più complesso.

Ma nell'oscurità, ella trovò un nuovo inizio.

Nuovi legami, nuove storie, nell'abisso digitale, la loro avventura continuò.

Avventura, amore, nella Terra Promessa del Dark Web.
Il nostro voto
Cosa ne pensi?
[Voti: 0 Media: 0]
Ti potrebbe interessare:  Inizio di un racconto mai scritto #18d42fe8-4dfa-11ed-bd4a-3b0997189f65