Sin City: Original Motion Picture Soundtrack


Sin City: Original Motion Picture Soundtrack  

è la colonna sonora del film del 2005 Sin City. 

Contiene musiche composte da Robert Rodriguez, John Debney e Graeme Revell, eseguite dalla  Hollywood Studio Symphony, così come la traccia orchestrale Sensemayà del compositore  messicano Silvestre Revueltas e “Absurd” di Fluke.

Innanzitutto cos’è la Hollywood Studio Symphony o Hollywood Freelance Studio Symphony? Se  seguite il cinema a 360° sicuramente avrete già notato questa presenza in moltissimi film noti, ed  altri meno noti. La caratteristica più interessante è la capacità, dell’ensemble, di interpretare il  girato sempre ad hoc. Come possono essere così capaci dei musicisti nell’ interpretarne la visione?

Il segreto sta tutto nella produzione, ovvero nel gruppo o nel singolo che sviluppando un idea  insieme al regista, struttura la Hollywood Studio Symphony a suo piacimento. Per ogni singolo  film, vengono scelti musicisti differenti nella Bay Area di Los Angeles, incredibilmente affollata da  talenti; quindi diventa facile capire come si vengono a mixare tracce completamente elettroniche con soli o melodie di strumenti “classici”, diventa facile sentirsi addosso, in questo frangente per  Sin City, l’inquietudine l’oscurità e la ricerca di una speranza che non necessariamente sia fatta di  luce.

Miscelare campionamenti e loop, con effettistica ormai arrivata a livelli incredibili, con strumenti  quali contrabbassi sax trombe ed altro ancora, non può che aiutare ad immergersi ancor di più in  ciò che si vede. Immedesimarsi è il concetto guida delle soundtrack, anche quando non se ne  condivide il senso. Ed è proprio questa la capacità maggiore di una buona produzione.

Un esempio, la produzione conosce un sassofonista e sa già come risponderà in quelle scene, e  come aprirà le melodie all’improvvisazione; si deciderà, poi, con il regista e gli autori vari la traccia  registrata, in alcuni momenti addirittura live, che più sarà indicata.

Qui parliamo di grafica a fumetti con la F maiuscola, di singole tavole composte come in realtà  diventano dei racconti noir moderni, di una potenza evocativa non indifferente … ed ecco che  puntualmente l’incalzare di una scena di inseguimento o di pseudo amore, diventa un qualcosa  che batte dentro e che libera la testa con un’ emozione che è proprio ciò che il film deve suscitare.

Il reverbero onnipresente ti immerge nel vuoto del bianco e nero, in quella ricca desolazione  bagnata da una pioggia insistente, ti immerge nel pensiero del protagonista del momento, che  racconta con voce anche doppiata, ma perfetta come intonazione e timbro, vivendo il momento,  di ciò che stai vedendo. La colonna sonora a tratti è come se fosse lontana, quasi da volume  abbassato … ecco è questo l’effetto portante davvero centrato in pieno dagli autori e dai musicisti,  sono riusciti a farti immergere nella pioggia battente … in quelle ricca desolazione così piena di  particolari dark.

No.  Canzone  Artisti
1 Città del peccato Rodriguez
2 Un’ora per andare Rodriguez
3 I morti di Goldie Revell
4 Marv Revell
5 Seppellire l’ascia di guerra Revell
6 Ragazze della Città Vecchia Revell
7 L’addio duro Revell
8 Cardinale Sin Revell
9 Si chiama Goldie Revell
10 Dwight Debney
11 Città vecchia Debney
12 Miho miho mortale Debney
13 Donna guerriera Debney
14 Fossa di catrame Debney
15 La testa di Jackie Boy Debney
16 La grande uccisione grassa Debney
17 Nancy Rodriguez
18 Cella Rodriguez
19 Assurdo Fluke
20 Il bacio della morte Rodriguez
21 Quel bastardo giallo Rodriguez
22 Hartigan Rodriguez
23 Sensemaya Revuelta
24 Titoli di fine città del peccato Rodriguez