Kristen, sopravvissuta al precedente episodio, evoca il mostro da incubo senza volerlo…In breve. Quarto episodio di una saga ben consolidata e, a momenti un po’ abusata dentro situazioni che sembrano fatte con lo stampino. Ancora una volta il sogno diventa, come l’incubo, espressione di desideri repressi, paure e frustrazioni, mentre Freddy si conferma più crudele e “fantasioso” che mai. Discreta storia, buoni effetti speciali ma risultato finale un po’ derivativo: comunque degno di attenzione.

“…e se ti uccide nel sogno, muori sul serio”

Kristen aveva già manifestato la capacità di trascinare i suoi amici nei suoi incubi, allo scopo di farsi aiutare a distruggere Freddy: ma questi sembra essere pronto a tornare direttamente dal sottosuolo. Solo in una saga del genere, in effetti, si potrebbero prendere le “licenze poetiche” che Harlin (come anche altri dopo Craven, del resto) si concede in questo episodio. Del resto non importa granchè come o perchè Freddy debba risorgere volta per volta, quanto il fatto che risorsa. E questo, al di là della sostanza che rimane invariata rispetto agli altri episodi, si riscontra nel fatto che gli omicidi di Krueger si riflettono sempre più esplicitamente nella realtà. La vera forza di “Nightmare IV” si riscontra, ad esempio, quando la madre della prima vittima trova il figlio morto annegato nella vasca da bagno che sembrava solo frutto di un sogno. Stessa cosa che accade, per citare un’altra sequenza molto efficace, quando le fiamme del sogno arrivano a propagarsi nella stanza di una delle vittime.

LEGGI ANCHE:  Brood - La covata malefica (D. Cronenberg,1979)

rp_Nightmare_4_il_non_risveglio_screenshot_02-150x150.jpgMolto efficace, ad ogni modo, la rappresentazione della paura di addormentarsi, che evoca come non mai lo spirito primordiale del film, e cult totale il sogno in cui Freddy perseguita Kristen su un’isola tropicale in occhiali di sole. Memorabile, inoltre, la  scena ambientata in un cinema, nella quale Alice – che sta vedendo un vecchio film assieme agli amici allo scopo di rimanere svegli – viene letteralmente risucchiata da Freddy dentro lo schermo. Presente anche una citazione de “La mosca” più o meno dopo un’ora di film.

Per chi volesse tuffarsi nella croni-storia del personaggio, trovate su questo sito le recensioni di tutti i film “ufficiali” della saga (ad esclusione dei vari spin-off): Nightmare – Dal profondo della notte, Nightmare – La rivincita, Nightmare – I guerrieri del sogno, Nightmare – Il non risveglio, Nightmare 5 – Il Mito, Nightmare La fine.

# # # # # # #

07/10/2011