Nightmare III: i Guerrieri del Sogno (1987, C. Russel)

Probabilmente uno dei migliori episodi, ad esclusione del primo, della saga ottantiana di Freddy Krueger.

Sogno: quei piccoli squarci di morte. Come li odio… (E. A. Poe)

Inizia con una citazione dal grandissimo scrittore americano il terzo episodio della saga di Nightmare: “I guerrieri del sogno” vede nel cast, oltre all’immancabile Englund, una giovane Patricia Arquette e la Heather Langenkamp: il regista cambia per la terza volta, e si ambienta la vicenda all’interno di una clinica psichiatrica. Kristen è una ragazza che ha tentato il suicidio (indotta da Freddy in un incubo) e che vi viene rinchiusa: dentro la struttura conosce altri ragazzi problematici, ognuno dei quali con una particolare debolezza. Inutile aggiungere che il maniaco protagonista è diventato particolarmente abile a nascondersi e a dissimulare la propria presenza, tanto che la presunta follia dei ragazzi viene addebitata inizialmente come unica vera causa dei loro problemi. Ritorna, come si diceva prima, Nancy Thompson – ormai diventata psicologa, ormai cresciuta e con esperienza professionale (in tutti i sensi) ben acquisita: una nuova interpretazione veramente di grande livello.

Tra le scene di culto, Freddy che rimuove i muscoli all’appassionato di marionette, e soprattutto la testa del mostro che fuoriesce dalla televisione, facendovi letteralmente entrare la povera Jennifer con la celebre frase “I tuoi sogni stanno per realizzarsi: non volevi entrare in televisione?” (in originale era “This is it Jennifer, your big break on TV!“, ma una versione improvvisata da Englund diceva “Welcome to Prime Time, bitch!“, ovvero “Benvenuta in prima serata, puttana!”)). Caratteristica principale di questo nuovo episodio diventa la capacità di Kristen di trascinare i propri amici dentro i suoi incubi, allo scopo di farsi aiutare a sconfiggere Freddy; quest’ultimo, dal canto suo, trova il tempo di un’originale breve apparizione durante un talk show televisivo.

La band heavy-metal Dokken ha partecipato alla colonna sonora con i due brani “Dream Warriors” e “Into the fire“, mentre il regista Chuck Russel è noto ai più per aver diretto “The Mask” con Jim Carrey e L’eliminatore con Schwarznegger.

Per chi volesse tuffarsi nella croni-storia del personaggio, trovate su questo sito le recensioni di tutti i film “ufficiali” della saga (ad esclusione dei vari spin-off): Nightmare – Dal profondo della notte, Nightmare – La rivincita, Nightmare – I guerrieri del sogno, Nightmare – Il non risveglio, Nightmare Il Mito, Nightmare La fine.