Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto (E. Petri)

Via del Tempio, 1: Augusta Terzi viene assassinata dal capo della sezione politica della questura: l’assassino non solo si auto-denuncia, ma cosparge la scena di prove della propria colpevolezza. La macchina burocratica e istituzionale della polizia, corrotta fino all’osso, non potrà mai attivarsi contro il protagonista, in virtù  della massima “Qualunque impressione faccia su di […]

Chiedi alla polvere (R. Towne, 2006)

La giovane messicana Camilla spera di risollevare le proprie sorti sposando un americano ricco, circostanza decisamente complicata dall’incontro con l’italiano Arturo Bandini. In breve. Film dai toni romantici ed ammiccante a certo noir classico, che fornisce un quadro romanzato – quanto verosimile, almeno nelle intenzioni – della Grande Depressione americana. Un discreto ritratto del personaggio […]

Slacker (R. Linklater, 1991)

Un giorno apparentemente ordinario ad Austin (Texas), raccontato in mezzo ad una folla di disadattati, emarginati, amanti della letteratura ed artisti. In breve. Piccolo cult in costante bilico tra dramma e commedia, ed a cui numerosi cineasti si sarebbero ispirati in seguito. Sicuramente rientra nei 10 film “fuori dalle righe” da non perdere. Con una […]

Requiem for a dream (Darren Aronofsky, 2000)

La storia dell’utopia per eccellenza, trasfigurata nel vissuto di quattro personaggi diversi, accomunati da storie di dipendenza. In breve. Convulso e brutale trattato sulle dipendenze in genere, in una delle migliori prove registiche di Aronofsky (Il teorema del delirio): uno di quei film che restano nella storia. Colonna sonora magistrale (Lux Aeterna di Clint Mansell), […]

L’odio (M. Kassovitz, 1995)

24 ore di tensione e violenza vissute dal punto di vista di tre giovani abitanti della periferia parigina, subito dopo alcuni scontri con le forze dell’ordine. In breve. Uno spaccato di violenza urbana dall’impianto tutt’altro che banale, che può permettersi di citare Taxi Driver di Martin Scorsese, Il cacciatore di Michael Cimino e Scarface di Brian […]

Nymph()maniac, Vol. I / II (L. V. Trier, 2013)

Il pensionato Seligman trova Joe, sanguinante e semisvenuta, in un vicolo vicino casa propria: poichè la donna rifiuta qualsiasi soccorso, accetta di andare a casa dell’uomo e di raccontargli come sia finita lì… In breve. Interminabile excursus sull’erotismo e le sue ossessioni, raccontato dal punto di vista di una ninfomane: c’è spazio per considerazioni varie […]

Melancholia (L. Von Trier, 2011)

Il pianeta Melancholia minaccia di avvicinarsi alla Terra; nel frattempo, Justine sta celebrando il proprio matrimonio… In breve. Incursione del regista nel genere apocalittico, ovviamente a modo proprio: si parte dal ricevimento del matrimonio della protagonista, e si prosegue la narrazione sui più cupi toni. Sullo sfondo, un pianeta che minaccia di andare in collisione […]

Cruising (W. Friedkin, 1980)

La polizia di New York indaga su un misterioso serial killer che sembra colpire ripetutamente l’ambiente omosessuale della città: per farlo, infiltra un agente (interpretato da Al Pacino) che rispecchia la corporatura media della vittima… In breve. Film controverso, brutale e girato senza mezzi termini (la versione italiana è tagliata in alcune sequenze considerate scabrose) […]

Train de vie – Un treno per vivere (1998, R. Mihăileanu)

Anni ’40. Shlomo preavvisa gli abitanti del suo villaggio shtetl, in Europa dell’Est, che i soldati nazisti stanno arrivando da loro: per salvare la pelle, lancia l’idea di costruirsi un treno per fingere di auto-deportarsi e fuggire in Palestina. Metà degli abitanti si travestirà da soldato tedesco e l’altra metà da deportato… In breve. Uno […]

Moebius (2013, Kim Ki-duk)

Da non confondersi con l’omonimo argentino del 1996, Moebius (trasmesso su RaiTre il 6 aprile di quest’anno) è l’ultimo film del prolifico regista coreano Kim Ki-duk, che certamente non le manda a dire a livello contenutistico per quanto, in questa circostanza, la forma sembri decisamente più corposa della sostanza. Tanto per cominciare, perché Moebius? L’accostamento […]