The similars (Los parecidos, I. Ezban, 2015)

Ulises è bloccato nella sala d’attesa dell’autobus mentre fuori infuria una tempesta; una serie di personaggi si avvicendano sul posto, tutti bloccati nella medesima situazione… In breve. Fantascienza-horror atipica e con qualche velleità vagamente arthouse; il film scorre bene ed è abbastanza coinvolgente, con qualche colpo di scena notevole e buone interpretazioni. La trovata a […]

Blade Runner 2049 (D. Villeneuve, 2017)

In breve. Ben lontano dall’essere un film “necessario” (del resto quale film lo è?), Blade Runner 2049 è una buona fantascienza che conferma una particolare teoria sui sequel: tanto vale un riadattamento libero con gli stessi personaggi che un sottovalutabile sequel di una storia di culto, peraltro già perfetta nella sua oscura incompiutezza. Voler dipanare […]

Hardware – Metallo letale (R. Stanley, 1990)

Disseppellito nel deserto dal misterioso Nomade, un cyborg viene portato in dono dal militare Mosè allla compagna, scultrice, Jill. L’ambientazione è in una New York post-apocalittica, devastata da una guerra nucleare e ridotta a poco più che un deserto… In breve. Low-budget post-apocalittico ben diretto e ben interpretato. Uno dei cult del cyberpunk, destinato ad […]

Prometheus (R. Scott, 2012)

Due scienziati scoprono un incredibile nesso tra incisioni antiche risalenti a differenti civiltà: si trovano così a bordo di un’astronave, in una missione spaziale con altri esperti, che dovrebbe condurli a scoprire i segreti della nascita della vita… In breve. Nuovo reboot del celebre soggetto di Dan O’ Bannon (diligentemente tributato nei titoli di coda) […]

Sopravvissuto – The martian (R. Scott, 2015)

Abbandonato per errore sul pianeta Marte, l’astronauta Mark Watney cerca un modo per sopravvivere finchè qualcuno non andrà a riprenderlo … In breve. Discreto film di Scott che crea tante aspettative, e che – a mio avviso – soddisfa solo in parte: se l’ambientazione e l’idea erano decisamente accattivanti, lo stesso non può dirsi dello […]

Starman (J. Carpenter, 1984)

Gli esseri umani inviano una navicella spaziale con dei messaggi pre-registrati alla ricerca di esseri extraterrestri: qualche tempo dopo un messaggero di un altro pianeta arriva sulla Terra, ma viene attaccato perchè creduto un meteorite. A questo punto l’essere si rifugia a casa di una vedova, prendendo le sembianze del marito per farsi accettare di […]

La moglie dell’astronauta (The Astronaut’s Wife, 1999, R. Ravich)

Una coppia di astronauti esperti subisce, durante una missione in orbita, quella che sembrerebbe una tempesta magnetica, attraversando due minuti in cui perde i contatti con la Terra: rientrano a casa, e nessuno dei due sembra aver voglia di raccontare cosa sia accaduto. Quale mistero si nasconde in quei due, interminabili minuti di oscurità? In […]

Interstellar (C. Nolan, 2014)

In un futuro prossimo la Terra sta per diventare inabitabile: le risorse naturali sono in esaurimento, e delle violente tempeste di sabbia rendono la vita molto difficile agli esseri umani. In un mondo che da’ più peso all’agricoltura che all’ingegneria, il protagonista Cooper scopre qualcosa di insolito a casa propria assieme alla figlia Murphy… In […]

Fantasmi da marte (2001, J. Carpenter)

C’è una considerazione che viene fatta spessissimo riguardo ai cosiddetti film di serie B (tra cui annoveriamo senza dubbio “Fantasmi da Marte”), ovvero (citando un’ improponibile Wikipedia): “Con il termine piuttosto generale di B-movie, o anche film di serie B, si indica solitamente un film a basso budget e di dubbia qualità, di qualunque genere […]

Crimes of the future (David Cronenberg, 1969)

Adrian Tripod, affetto da turbe psichiche, si trova a visitare una serie di cliniche.Un personaggio tanto ambiguo che il suo ruolo effettivo nell’intreccio viene perennemente messo in discussione da quanto dice egli stesso. La sua voce narrante, fuori campo, atona e morbosa, si contraddice più volte, è spesso poco chiara e cita spesso le scoperte […]

Macchie solari (1975, A. Crispino)

A molti il nome di Mimsy Farmer evocherà la splendida interpretazione all’interno dell’argentiano “Quattro mosche di velluto grigio”: per tutti gli altri basti sapere che si tratta di un’attrice certamente convincente, e qui molto ben caratterizzata, oltre che dotata di una bellezza credibile e poco convenzionale. Assai distante, quindi, dai canoni stereotipati della cinica e […]