Signore, signori, buonanotte (1976, L. Comencini, N. Loy, L. Magni, M. Monicelli, E. Scola)

In breve. Film a regia collettiva uscito nel bel mezzo degli anni ’70 italiani, in grado di rappresentare una delle più feroci ed efficaci satire cinematografiche contro il Potere, la politica corrotta (prima che diventasse una moda populista), la TV ed i media in generale. Grande e poco noto film che meriterebbe una rivaluazione immediata, […]

Slacker (R. Linklater, 1991)

Un giorno apparentemente ordinario ad Austin (Texas), raccontato in mezzo ad una folla di disadattati, emarginati, amanti della letteratura ed artisti. In breve. Piccolo cult in costante bilico tra dramma e commedia, ed a cui numerosi cineasti si sarebbero ispirati in seguito. Sicuramente rientra nei 10 film “fuori dalle righe” da non perdere. Con una […]

Il giorno della bestia (A. De La Iglesìa, 1995)

Padre Ángel Berriartúa, insegnante di teologia, scopre l’esistenza di un criptogramma all’interno dell’Apocalisse di Giovanni, relativo alla data esatta della fine del mondo (25 dicembre 1995); per entrare rapidamente in contatto con il Male, contatta il commesso di un negozio di dischi heavy metal ed un improbabile mago… In breve. L’originalità non manca e la […]

Il grande capo (L. von Trier, 2006)

In crisi finanziaria con la società per cui lavora, Ravn assolda un attore per interpretare il ruolo di un fantomatico “super-capo”, e rimettere ordine nelle relazioni tra i dipendenti… In breve. Un Von Trier – diverso dal solito – abbandona per un attimo i toni lugubri e seriosi, e produce una commedia satirica sui paradossi […]

Il senso della vita (Monty Python, 1983)

Gli stadi della vita, dalla nascita alla morte, visti dagli occhi di Chapman, Cleese, Gilliam, Idle, Jones e Palin. In breve. Il film che ha consacrato la fama dei Monty Python (i cinque comici inglesi noti per gli sketch del Flying Circus) a livello mondiale: qui curano sia soggetto che regia ed interpretazioni (almeno cinque […]

Birdman o (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza), (Alejandro González Iñárritu, 2014)

Riggan, attore decaduto dopo il successo della sua monotona interpretazione del supereroe Birdman, decide di dare una svolta alla sua carriera presentando un lavoro teatrale tratto da What We Talk About When We Talk About Love interamente da lui concepito, diretto ed interpretato. Il ritratto in tempo reale, in un’unico piano-sequenza, delle sue vicende “viste” […]

The Rocky Horror Picture Show (J. Sharman, 1975)

Brad Majors confessa il suo amore a Janet Weiss, e poco dopo partono per far visita al Dr. Everett Scott, il loro ex-insegnante di scienze; un temporale improvviso ed uno pneumatico forato li costringe a dirigersi verso un vecchio castello… In breve. Musical cinematografico divertente, splendidamente diretto ed interpretato, ovviamente fuori dalle righe; concepito come […]

Harry, ti presento Sally (R. Reiner, 1989)

Piccola divagazione, una volta tanto, per parlare di un cult degli anni 80 (anche se non si tratta di un horror, tanto per cambiare). Film di culto per generazioni di amanti del cinema, capace di trattare il delicato tema dell’amicizia tra uomo e donna in maniera equilibrata, senza eccedere in smielato romanticismo nè in cinismo […]

Vieni avanti cretino (1982, L. Salce)

Vieni avanti cretino, a cominciare dal suo epico inizio col il monologo dentro al cesso di Lino Banfi, è un piccolo capolavoro nel mare dei film dell’epoca, fatto di momenti realmente esilaranti e reso digeribile (prima che cult)” da una bella struttura ad episodi. Il protagonista che cerca lavoro appena uscito dal carcere, infatti, diventa […]

Supervixens (R. Meyer, 1975)

Clint è il prototipo di “bravo ragazzo” onesto e lavoratore, fidanzato con la splendida SuperAngelica: una formosa ragazza tanto focosa quanto ferocemente possessiva. Un litigio particolarmente pesante tra i due darà inizio ad una pazzesca avventura erotica del protagonista… In due parole. “The sum total of all my films“, la summa erotica dell’arte meyeriana, priva […]

Uccelli d’Italia (C. Ippolito, 1984)

Uno dei due cult cinematografici degli Squallor: commedia ad episodi con assurdità demenziali all’ennesima potenza per un genere che, nel 1984, aveva ancora tanto da raccontare. Il trash consapevole di se stesso: le scenette tipiche dell’italiano medio riportate in chiave umoristica e non-sense e anche, c’è da dire, con grande intelligenza. In questo film i […]