Netflix: gli account inattivi da due anni saranno messi in pausa

Netflix: gli account inattivi da due anni saranno messi in pausa

A quanto pare Netflix inizierà a mettere in pausa gli account inattivi: ciò significa che coloro che non utilizzano Netflix non verranno più addebitati, dopo due anni che comunque non avevano visto nulla. L’annuncio è stato fatto dalla società in una recente relazione trimestrale sugli utili: quindi, in sostanza, per quelli che sono stati troppo pigri per annullare, questa può essere un’ottima notizia.

La notizia è stata confermata in una lettera agli investitori. Il colosso dello streaming afferma che la decisione ha causato un leggero colpo alle sue entrate, per quanto l’idea sia quella di mantenere alta la customer satisfaction nel lungo periodo, prefigurando un consolidamento del brand ed una maggiore fiducia da parte degli utenti.

Una percentuale molto piccola dei nostri iscritti non ha visto nulla negli ultimi due anni e, sebbene rendiamo facile per le persone annullare le loro iscrizioni con pochi clic, non hanno neanche sfruttato questa capacità. Quindi abbiamo deciso di interrompere la fatturazione, e lo faremo per tutti gli iscritti che soddisfano gli stessi criteri in futuro. Mentre questo cambiamento ha provocato un leggero impatto sulle entrate, crediamo che politiche a favore dei consumatori come questa siano la cosa giusta da fare e che i benefici a lungo termine supereranno i costi a breve termine.

I servizi di streaming basati su abbonamento sono diventati sempre più popolari sul mercato negli ultimi anni. Questo non si limita solo ai servizi di streaming, in quanto è possibile acquistare qualsiasi cosa, dai vestiti, ai libri, ai prodotti sanitari ai pasti quotidiani e altro ancora tramite gli abbonamenti. Tutto ciò può sommarsi e pesare sulle finanze dei meno ricchi, in particolare i servizi che non vengono utilizzati: ad oggi, ad esempio, il piano Netflix più popolare costa $ 12,99 al mese. Mentre due anni fa è stato uno dei motivi dell’esplosione del servizio, Netflix ora aiuterà a fermare l’emorragia.

In un mondo in cui sono presenti Disney + , Hulu, Apple TV +, Amazon Prime Video, HBO Max e Peacock (tra gli altri), i servizi di streaming possono essere un punto di partenza per i consumatori che vanno avanti. I clienti possono sempre tornare a un certo punto quando il contenuto torna a valerne la pena. Questo sembra essere, ad oggi, esattamente ciò su cui Netflix punta.

Torna in alto