Unfriended (L. Gabriadze, 2014)

Una videochat collettiva tra amici del college degenera, non appena un misterioso account si aggiunge alla conversazione, minacciando e seminando il panico. In breve. Sotto certi versi è forse uno dei migliori mockumentary sovrannaturali recenti mai girati: narrazione pura (per quanto sia una sofferenza vederla relegata ad una minuscola chat, in molti passaggi), puramente affidata …

Unfriended (L. Gabriadze, 2014)Leggi altro »

Shutter – Ombre dal passato (M. Ochiai, 2004)

Dopo una cena tra amici una giovane coppia (un fotografo ed una studentessa) investe una ragazza per strada, e scappa senza soccorrerla: stranamente nessuno reclama l’accaduto e, cosa ancora più singolare, a nessuno risulta un ricovero in zona, quella notte. In seguito uno spirito apparentemente ostile sembra volersi manifestare attraverso degli scatti fotografici… In due …

Shutter – Ombre dal passato (M. Ochiai, 2004)Leggi altro »

Blade Runner 2049 (D. Villeneuve, 2017)

In breve. Ben lontano dall’essere un film “necessario” (del resto quale film lo è?), Blade Runner 2049 è una buona fantascienza che conferma una particolare teoria sui sequel: tanto vale un riadattamento libero con gli stessi personaggi che un sottovalutabile sequel di una storia di culto, peraltro già perfetta nella sua oscura incompiutezza. Voler dipanare …

Blade Runner 2049 (D. Villeneuve, 2017)Leggi altro »

Perchè Jack Torrance in Shining dice “Here’s Johnny?”

Chi non ha mai visto Shining di Stanley Kubrick, tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King (e rielaborato secondo idee e stilemi del famoso regista statunitense) dovrebbe provvedere entro le prossime 24 ore al massimo: il film è davvero un “must” per ogni appassionato di cinema, e possiede il grande pregio di aver dato spessore, in …

Perchè Jack Torrance in Shining dice “Here’s Johnny?”Leggi altro »

I blogger cercano visualizzazioni: facciamo pace con questa idea

Leggo moltissime critiche sullla famigerata blogosfera ed il suo modo di produrre informazioni infime, di bassa qualità, dove una “fonte” è semplicemente un link che sarà utile alla SEO altrui e dove basta scrivere titoli smezzati, morbosi o attrattivi per fare click baiting. I blogger hanno rovinato il mondo (e non solo quello dell’informazione), basandola …

I blogger cercano visualizzazioni: facciamo pace con questa ideaLeggi altro »

The signal (2007, David Bruckner, Dan Bush, Jacob Gentry)

Film dai toni post-apocalittici diviso in tre parti, raccontato da altrettante prospettive diverse, ed incentrato su un misterioso segnale audio, diffuso mediante radio, TV e cellulari, in grado di trasformere le persone in killer. In breve. Discreto horror dalla narrazione non lineare, capace di tenere alta la tensione fino alla fine. Da vedere. The signal, …

The signal (2007, David Bruckner, Dan Bush, Jacob Gentry)Leggi altro »

Sola in quella casa (T. Takács) (I, madman, 1989)

Virginia, giovane appassionata di letteratura horror, lavora in una libreria e rimane letteralmente stregata dai romanzi del misterioso Malcolm Brand, tanto da iniziare a vedere i protagonisti delle sue storie nella vita di ogni giorno… In breve. Discreto b-movie senza pretese, piuttosto equilibrato e ben diretto, anche con una storia piuttosto originale. Da riscoprire ancora …

Sola in quella casa (T. Takács) (I, madman, 1989)Leggi altro »